SPAZIO OLISTICO

Angolo pensato e progettato per il benessere spirituale e psico-fisico della persona, attraverso le sedute e le tecniche del Massaggio, le tecniche Bio-Energetiche, le tecniche Meditative.

Nella Scuola gli Operatori qualificati trattano con professionalità disequilibri che alterano il buono stato di salute della persona; attraverso una consulenza il cliente verrà orientato verso le tecniche più adatte alle sue esigenze.

La Scuola rivolge i servizi agli associati garantendo un’alta qualità sui servizi offerti.

METODI E TRATTAMENTI

Qi GONG (CHI KUNG)

Il Qi Gong, esercizi di respirazione, chiamato anche Daoyin (ginnastica per guidare gli arti) o Tuna (esalazione – inalazione) o Lian Qi (allenare l’energia vitale), è stato in epoche antiche parte essenziale della ricerca della longevità sia come tecnica di esercizio respiratorio per prevenire e curare le malattie rinforzando il fisico, sia come una procedura importante della medicina riabilitativa.
I risultati principali del Qi Gong sono di regolare, tramite gli sforzi soggettivi del paziente stesso, le funzioni del corpo, e di controllare le leggi motorie in modo da acquistare il rilassamento dei muscoli, la stabilità dello spirito e la quiete della mente. E’ su questa base che si devono intraprendere gli esercizi di respirazione. Perciò si richiede il controllo delle attività coscienti innanzitutto e poi una reazione calma delle emozioni per poter arrivare a uno stato estremamente gradevole e tranquillo. E’ una terapia che fa entrare in pieno gioco le energie soggettive del paziente, ne rinforza la capacità di resistenza alle malattie, la possibilità di prevenirle o di vincerle e di riacquistare la salute.
Il sistema del Qi Gong comprende tre aspetti: il controllo del corpo (posizioni), il controllo della mente (quiete) e il controllo del respiro (respirazione). La sua influenza sul fisico è globale: tutte le ricerche sui suoi esercizi respiratori hanno dimostrato chiaramente gli effetti positivi su ogni organo e sistema del corpo umano.
Durante gli esercizi di Qi Gong, il sistema nervoso, a causa della quiete mentale, è in uno stato di controllo interno che attua una funzione protettrice positiva sull’intero organismo.

qi-gong

La quiete mentale elimina la tensione nella corteccia cerebrale, ne rinforza la funzione equilibratrice e migliora le funzioni di tutti gli organi fisici. Il Qi Gong favorisce la circolazione sanguigna dilatando i capillari e rinforzando il polso: con l’inspirazione profonda aumenta la portata sistolica del sangue mentre con l’espirazione profonda si migliora quella diastolica. Gli esercizi respiratori possono alleggerire il peso del cuore, per cui i malati di ipertensione e di arteriosclerosi non soffriranno più di ipertrofia e di allargamento cardiaco.
Nella pratica del Qi Gong, durante la respirazione addominale, gli organi della cavità addominale sono come “massaggiati” e si manifestano chiaramente gli effetti positivi. I movimenti del diaframma si espandono di 3-4 volte più del normale durante gli esercizi. Il cambiamento ciclico della pressione nella cavità addominale “massaggia” lo stomaco, gli intestini, il fegato, la cistifellea e il pancreas, favorendo la peristalsi gastrointestinale insieme alla secrezione del succo digestivo. Con la diminuzione inoltre del sangue accumulatosi nell’addome, si migliorano le funzioni digestive a assimilative.
Un’osservazione prolungata fa rivelare chiaramente i notevoli effetti fisici nel cultore di Qi Gong. Durante la respirazione addominale, l’ampiezza del movimento del diaframma è 3-4 volte maggiore del normale mentre la frequenza della respirazione e il volume al minuto dell’aerazione diminuiscono. Inoltre il consumo dell’ossigeno diminuisce del 30% mentre il tasso metabolico del 20% circa rispetto al periodo prima della pratica di Qi Gong. Questo fenomeno è detto stato metabolico e fisiologico basso, che aiuta a diminuire il consumo nell’organismo di un malato, ad accumulare nuova energia e forza per vincere la malattia e riacquistare la salute.
I disturbi che si possono migliorare attraverso la pratica del Qi Gong: artralgie del rachide (colonna vertebrale e bacino), artriti croniche, vizi posturali (ipercifosi; iperlordosi), scarsa mobilità articolare, mialgie da ipertonia muscolare, ipertensione arteriosa, ipo-ventilazione degli alveoli polmonari, affezioni croniche dell’apparato respiratorio (bronchiti; tubercolosi), dismetabolismi (obesità;magrezza eccessiva), insonnia, agitazione, facile irritabilità, astenia, facile afaticabilità, stati d’ansia, sindromi caratterizzate da vertigini, dolori mestruali, problemi legati alla menopausa, disturbi sessuali legati alla sfera psichica, squilibri del sistema immunitario, squilibri del sistema Nervoso, emicranie, disturbi circolatori localizzati alle estremità degli arti, cardiopatie.

MEDITAZIONE CINESE

Rappresenta il sistema più antico per lo sviluppo dell’ auto-consapevolezza, si può praticare in posizione eretta che seduta. La Meditazione “Chan”, così chiamata in cinese, può essere utilizzata per alleviare e calmare gli stati nervosi dell’individuo, provocati dalla frenetica vita quotidiana che producendo stress alla mente e al corpo, agisce negativamente sul piano psichico ed energetico.

WAI QI LIAO FA (il metodo dell’ energia emessa)

appresenta il sistema di emettere l’ energia, in cinese “Qi”, che si trasmettere e canalizza all’esterno del corpo, verso un ricevente al fine di riequilibrarne il sistema energetico.
L’ operatore Wai Qi è in grado di attingere all’ energia intrinseca e di trasmetterla e incanalarla sugli altri, migliorandone gli scompensi energetici.
La trasmissione del Qi avviene attraverso le mani dell’operatore che le posizionerà sulle varie aree del corpo del paziente o ne eseguirà particolari movimenti al fine di attivare la circolazione energetica agendo nel campo energetico del ricevente.
Il riequilibrio energetico per mezzo del Wai Qi può ristabilire diversi casi di patologie legati ad un fattore energetico non armonico e comunque alleviare gli stati di stress.
I risultati di questa pratica non hanno alcun effetto collaterale.

TUI NA AN MO (massaggio cinese)

E’ una pratica terapeutica fondata sui principi della Medicina Tradizionale Cinese, in cui le manipolazioni sono usate per stimolare punti o particolari aree del corpo in modo da favorire il corretto equilibrio delle energie Yin e Yang nell’organismo.
È un metodo completo che include tecniche di massaggio sui muscoli, tecniche ditrazione e mobilitazione sulle vertebre e sulle giunture e digitopressione sui punti energetici dell’agopuntura cinese. Grazie alla sua profonda influenza sulla microcircolazione del sangue e sul sistema linfatico può accelerare il processo di guarigione da traumi quali distorsioni e contusioni e inoltre, considerando che il sistema nervoso controlla la microcircolazione degli organi e che a sua volta è collegato alla pelle, il massaggio effettuato su specifiche zone, può regolare la circolazione energetica degli organi interni.

MASSAGGIO OLISTICO

Questa tipologia di Massaggio può essere utilizzata per “tutte le esigenze”, nella pratica riunisce diverse tecniche di massaggio antico che moderno.E’ chiamato Olistico (dal greco OLOS = unitario, globale) in quanto tratta il corpo sotto ogni aspetto fisico, psichico ed energetico, valutando le singole esigenze del trattamento. Nel massaggio Olistico il corpo viene sempre trattato globalmente, con manovre soffici ed armoniose, durante il massaggio vengono utilizzati oli essenziali. Il massaggio Olistico agisce sulla circolazione, sui muscoli e le articolazioni, sulla postura, scioglie le rigidità e aiuta il corpo a liberarsi dagli atteggiamenti posturali viziati, restituendo libertà nei movimenti e apportando benessere alla mente ed al fisico.

RIFLESSOLOGIA PLANTARE

E’ una tecnica di massaggio applicata principalmente sui piedi, ed eventualmente sulle mani. Si fonda sulla teoria che nei piedi e sulle mani si trovino riflessi tutti gli organi, le ghiandole, e le parti del corpo.
La Riflessologia è una terapia olistica, basata quindi sul principio che ogni aspetto della vita dell’individuo influirebbe sul benessere e sulla salute della persona, e ha l’intento di operare un riequilibrio dell’intero organismo al fine di stimolarne le capacità di auto-guarigione.